Articoli

Copertura Rischio di Cambio

Categoria: Copertura Rischio

Copertura del Rischio Valutario - Quali strategie?

Rischio cambio.Misurazione e controllo del rischio valutario in azienda. Quali sono le strategie di copertura del rischio valutario aziendale e quale il loro rischio? Per misurare e controllare il rischio valutario in azienda bisogna prima definire il rischio che l'azienda o l'imprenditore intende correre. Poi bisogna raccogliere i dati e misurare l' esposizione al rischio di cambio. Come si fa? Si analizza il bilancio aziendale e si legge l'esposizione, cioè ricavi, acquisti, ammortamenti, investimenti. Prevedere, indipendentemente dalle convinzioni personali, che si verifichi il caso peggiore, cioè lo scenario peggiore, più sfavorevole ed agire di conseguenza.

Una volta definita la propria propensione al rischio e valutati gli impatti sul risultato aziendale, si determina la strategia di copertura del rischio cambio più appropriata per l'azienda. 

Il rischio di cambio fa parte del rischio aziendale. Quindi, dal momento che l'azienda è già appesantita dal rischio prettamente industriale, è meglio scegliere la strategia finanziaria meno rischiosa per coprire il rischio di cambio, in modo da non sommare rischio ad ulteriore rischio. 

STRATEGIA  CARATTERISTICHE  RISCHIO 
Currency Forwards   Operazione a termine Basso
Currency Options Copertura ad un prezzo svantaggioso non vincolante Basso/Medio
Functional Currency 
Debt Issuance
Compenso razionale dei debiti/crediti
nella stessa valuta
Medio

"Exotics" Derivatives

Coperture su misura in base alle 
previsioni di mercato, la propensione al 
rischio ed alle necessità aziendali
Medio/Alto
Functional currency 
Invoicing
Trasferire il rischio cambio su clienti e 
fornitori
Medio/Alto
Revenue/Expense 
Matching
Ricerca di concentrare i costi nella 
stessa valuta di fatturazione
Medio/Alto

 

Diversa la situazione e la soluzione del rischio di cambio per alcune aziende che non hanno solo costi e ricavi in valute diverse, ma hanno anche filiali all'estero o aziende partecipate che possono compensare lo sbilancio valutario. In questo caso la copertura valutaria va fatta sullo sbilancio valutario di tutto il gruppo industriale e non della singola azienda del gruppo.   

Il rischio di cambio va poi coperto parzialmente se l'azienda italiana acquista materie prime in dollari per costruire manufatti da costruire all'estero ed incassare poi dollari. Le situazioni sono molteplici ed anche la copertura può esser dinamica o statica.  

 

2011 Rischio Cambio. Guida alla Copertura e Gestione del Rischio di Cambio in valuta delle Aziende Import Export, Grafici e Convertitore Euro Dollaro.
Powered by Joomla 1.7 Templates